Uva da tavola

Varietà che abbiamo nel Nostro Giardino

Fragola bianca, Cardinal, Pizzutella, Moscatello, Passerina

L’uva da tavola

Quando si parla di uva da tavola, si fa sempre riferimento ad una tipologia di uva che viene prevalentemente utilizzata per il consumo fresco, mentre non lascia traccia nella vinificazione. Infatti, all’interno della categoria uva da tavola possiamo trovare un gran numero di varietà che devono essere selezionate e coltivate con grandissima cura, in base a delle importanti differenze che ne permettono la degustazione, ma non la vinificazione.

Le uve, per chi non lo sapesse, non presentano un carattere di uguaglianza e, proprio per tale ragione, la categoria impiegata per il consumo fresco non può essere utilizzata per la vinificazione e così il contrario. Le uve da vino, infatti, si caratterizza per avere un livello di acidità decisamente più elevato in confronto alle uva da tavola, che si presentano con un grado di dolcezza piuttosto significativo. Inoltre, la raccolta delle uve da vino avviene in un periodo ben determinato, con l’obiettivo che è proprio quello di mantenere il più possibile un elevato livello di acidità.

Si tratta di un aspetto decisamente importante, che viene messo in risalto all’interno del procedimento di vinificazione, dal momento che l’alto grado di acidità permette proprio di garantire una struttura particolare al palato e di mantenere il vino anche per svariati anni. Senza questo livello elevato di acidità, il vino si potrebbe considerare come una bevanda decisamente dolciastra e molto alcolica, che non potrebbe contare neppure su una minima personalità.